dr. Gaspare Monaco

dr. Gaspare Monaco

Medico chirurgo oftalmico dell'Ospedale Fatebenefratelli e Oftalmico

Intervento laser occhi: tipologie, costi e tempi di recupero

L'intervento laser agli occhi corregge i principali difetti visivi: FemtoLasik e PRK sono le tecniche maggiormente utilizzate per la correzione. Approfondiamo costi e tempi di recupero.
intervento laser occhi

La moderna chirurgia oftalmica ha sviluppato diversi tipologie di intervento laser agli occhi come soluzioni per correggere la miopia: conoscerle per sapere quale può essere più adatta a te, può farti prendere la decisione giusta, considerando, ovviamente, il parere dell’oculista.

In questo articolo analizzeremo le tecniche di intervento laser agli occhi che vengono usate maggiormente, ovvero:

  • PRK;
  • FemtoLasik.

Vediamo in cosa consistono, introducendo brevemente la chirurgia refrattiva.

Le tecniche di intervento: laser VS impianto

chirurgia refrattiva milano

La chirurgia refrattiva è la branca dell’oftalmologia che si occupa di correggere i difetti visivi:

  • miopia;
  • astigmatismo;
  • ipermetropia;
  • presbiopia.

Diversamente dal pensiero comune, si possono infatti operare tutti i difetti visivi, che richiedono, in base alla gravità, degli interventi diversi.

Possiamo distinguere tra:

  • tecniche laser (FemtoLasik, PRK);
  • tecniche con impianto (lenti ICL per miopia elevata e lente pseudo-fachica per ipermetropia grave).

Anche le tecniche con impianto vengono effettuate con il laser, ma la differenza sostanziale è, appunto, l’inserimento di una lente artificiale.

Come già anticipato, gli impianti vengono effettuati in casi particolari, quindi per approfondire gli argomenti, vi invito a leggere questi due articoli:

Per quanto riguarda gli altri difetti visivi, per la correzione viene utilizzato, sia nella FemtoLasik che nella PRK, il laser ad eccimeri.

Intervento laser occhi: il laser ad eccimeri

Il laser ad eccimeri è una luce ultravioletta che permette di rimodellare la struttura oculare attraverso impulsi elettrici.

Attraverso la reazione di un gas nobile e un gas reattivo, viene prodotto un quantitativo elevato di energia che può essere direzionato digitalmente.

Per questa sua caratteristica, viene molto utilizzato in microchirurgia, in quanto permette incisioni senza bisturi estremamente accurate, eliminando la variabile data della manualità del chirurgo.

Viene chiamato in questo modo perché l’incontro dei due gas a seguito di una stimolazione elettrica, crea una pseudo-molecola chiamata, appunto, eccimero, una parola composta dalle parole dimero ed eccitato.

Le applicazioni, in base alla tecnica, sono leggermente diverse: vediamole nel dettaglio.

Laser PRK: come funziona?

La cheratectomia fotoreattiva (dall’inglese PhotoRefractive Keratectomy, PRK) prevede il rimodellamento della cornea tramite un processo di ablazione, ovvero di vaporizzazione, delle cellule attraverso il laser ad eccimeri.

Il processo in sé ha quattro fasi:

  • posizionamento del blefarostato (per mantenere l’occhio aperto);
  • disepitelizzazione (rimozione dell’epitelio);
  • centramento con eye tracker;
  • ablazione.

In questo caso, oltre all’applicazione dei colliri post-operatori, bisogna utilizzare delle lenti a contatto protettive e terapeutiche per agevolare il processo di riepitelizzazione.

La PRK è indicata, inoltre, nei pazienti con conformazioni oculari anomale, come:

  • cornee sottili o appiattite;
  • dimensione della pupilla maggiore di 6mm.

FemtoLasik: come funziona?

intervento laser occhi costo

La tecnica FemtoLasik prende il nome da un altro laser che viene utilizzato per la correzione, il laser a femtosecondi, e da Lasik (Laser-ASsisted In-situ Keratomileusis).

La differenza sostanziale tra le due tecniche, risiede (come suggerisce il nome), nell’inserimento di un passaggio che agevola il recupero post-operatorio: la creazione del flap corneale.

Con il laser a femtosecondi si crea l’accesso per modificare direttamente il tessuto sottostante la cornea: l’estrema precisione del laser consente una cicatrizzazione molto veloce, con conseguente minor fastidio nel post-operatorio.

La FemtoLasik è, dunque, l’evoluzione della tecnica Lasik, che prevedeva per la creazione del flap corneale l’utilizzo di uno strumento meccanico chiamato microcheratomo.

La procedura nella sua totalità, si può riassumere brevemente in questo modo:

  • posizionamento del blefarostato;
  • creazione del flap corneale;
  • correzione con laser ad eccimeri;
  • riposizionamento del flap corneale.

Tempi di recupero e costi

Oltre alla procedura, PRK e FemtoLasik si differenziano per due fattori importanti, ovvero i tempi di recupero e i costi della procedura.

Entrambi gli interventi non sono mutuabili: è possibile, comunque, finanziare il costo totale, come potete leggere qui.

PRK: costi e tempi e di recupero

La PRK ha un recupero post-operatorio e una stabilizzazione della vista a seguito dell’operazione più lenti.

Normalmente, il dolore post-operatorio svanisce dopo 7/10 giorni e il recupero completo dell’acuità visiva si ottiene in un tempo compreso tra uno e sei mesi.

Vi è un rischio maggiore per quanto riguarda una possibile cicatrizzazione corneale errata, fenomeno conosciuto in oftalmologia con il nome di haze, prevenibile con l’applicazione accurata de colliri post-operatori.

Il prezzo dell’intervento è di 1300-1400 euro ad occhio con possibile finanziamento.

FemtoLasik: costi e tempi di recupero

Il vantaggio principale della FemtoLasik è il tempo di recupero grandemente ridotto, dato dalla creazione digitale del flap corneale.

Il dolore, infatti, nel post-operatorio è nullo, con dei tempi di recupero compresi tra i 3 e i 7 giorni.

Molti pazienti preferiscono, proprio per questo motivo, sottoporsi all’intervento il giovedì pomeriggio, così da poter saltare solo un giorno di lavoro e poter riprendere le abitudini già dal lunedì successivo.

L’acuità visiva completa si ottiene entro una settimana, fermo restando che in questo lasso di tempo è necessario proteggere gli occhi con degli occhiali da sole.

Considerando l’utilizzo di differenti tecnologie per la correzione, il costo della FemtoLasik è di 1600 euro ad occhio: la spesa finale, anche in questo caso, può essere finanziata.

Condividi l'articolo:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Potrebbe interessarti anche: